Come curare l’herpes labiale velocemente

Come curare l’herpes labiale velocemente

Come curare l’herpes labiale velocemente
L’herpes simplex è un virus molto temuto a causa dei sintomi e gli effetti dell’ infezione. In corrispondenza di determinati eventi (una malattia per cui le difese dell’organismo sono inefficaci, un periodo di stress prolungato, l’eccessiva esposizione al sole o alle lampade abbronzanti, la somministrazione di farmaci che tendono ad abbassare le difese naturali), il virus si “riattiva” e, a partire dal ganglio in cui si trova, discende lungo la fibra nervosa, raggiunge l’area di pelle che tale fibra nervosa rende sensibile e proprio in questo punto da’ origine alla comparsa delle vescicole. I luoghi più probabili in cui compaiono sono le labbra, il mento, le guance e persino nelle narici, mentre siti meno probabili sono le gengive o il palato. Si può utilizzare del ghiaccio per calmare il fastidio e ritardare la crescita delle vesciche. Tutti coloro che in passato hanno avuto dei rapporti a rischio dovrebbero sottoporsi al test, anche se si sentono “in piena salute”. Si comprende che la “febbre” sta per fare la sua comparsa solo quando si sentono prurito e rossore, finché, dopo qualche ora, non compaiono le bollicine, molto pruriginose e causa di fastidi quali bruciore intenso e sensazione di calore. Ricordo ad esempio che l’herpes zoster, assai comune dopo i 70 anni, non è altro che un riaffiorare del virus della varicella contratto nell’infanzia e rimasto fino allora latente per la vigoria dell’apparato immunologico.

La frequenza con cui si riattiva il virus cambia da persona a persona: molte presentano un’eruzione più volte al mese, altre solo 2-3 volte all’anno; la stessa sede anatomica tende a essere colpita più volte nelle recidive. Estratto liquido di basilico (Ocimum basilicum): Questa pianta, conosciuta anche come erba vera e basilica, è una bella spezia piccante nativa dell’ India. Ma può accadere che ad un certo punto, a causa di stress e fatica, o anche a causa di un’eccessiva esposizione alla luce solare, senza dimenticare che anche l’assunzione di alcuni farmaci o in seguito al manifestarsi di altre malattie, l’infezione può tornare a ripresentarsi. Il calore andrà a lenire la parte, mentre l’acido naturalmente presente nel thè impedirà il diffondersi del virus.

You may also like