Neuropatia da Herpes Zoster/ nevralgia posterpetica

Neuropatia da Herpes Zoster/ nevralgia posterpetica

mia madre, 86 anni, da quasi 2 anni soffre di nevralgie post-erpetiche dopo essere stata colpita dal fuoco di S. Non è chiaro se la terapia anti-fattore di necrosi tumorale ( anti-TNF ) aumenti il rischio di infezione da herpes zoster. È un mal di testa pulsante che si presenta sottoforma di attacco proveniente da una metà della testa, spesso accompagnato da nausea, vomito, sensibilità alla luce e ai rumori. Consegue presso l’Università di Torino la Laurea in Medicina e Chirurgia a pieni voti e prosegue gli studi specializzandosi in Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica con il massimo punteggio. Il processo patologico interessa le terminazioni nervose sensitive e provoca un dolore di tipo trafittivo talvolta molto intenso, che può durare alcune settimane. Quest’ultimo è legato ad una riattivazione o “risveglio” del virus già presente nell’ organismo in seguito a riduzione delle difese immunitarie e non ad una nuova infezione. Abbassa i valori di glicemia e colesterolo.
Neuropatia da Herpes Zoster/ nevralgia posterpetica

Più fastidiosi, specialmente per le possibili conseguenze, sono l’herpes dei nervi cranici, che può degenerare in zoster oftalmico con conseguenti lesioni alla fronte, alle palpebre e alla retina oculare, e l’herpes del ganglio genicolato, che può causare la sindrome di Ramsey Hunt, la quale provoca paralisi periferica del nervo facciale e della lingua. Up to estimated 336 patients (interim analyses) with acute herpes zoster pain (VAS > 30 mm) will be randomised to one of three groups (a) semi-standardised acupuncture (168 patients); (b) gabapentine with individualised dosage between 900-3600 mg/d (84 patients); (c) sham laser acupuncture. L’ herpes zoster oltre provocare danni cutanei e al sistema nervoso periferico,  esita  in alcuni casi a malattia acuta conclusa nella nevralgia post erpetica. Sarebbe un peccato, perchè ormai mi sono abituato alla terapia con Truvada e Sustiva, e la reggo molto bene. Per evitare le recidive di  herpes zoster è necessario intervenire sullo stile di vita, alimentazione e contenere l’uso di farmaci o di tossici. Nel 30% dei pazienti dopo 4/5 settimane dalla formazione di croste sulle vesciche insorgono dolori acuti diffusi o localmente delimitati, che chiamiamo nevralgia posterpetica. I medicinali più comuni sono, appunto, il metotrexate (che riduce la produzione di cellule della pelle e sopprime l’infiammazione), la ciclosporina (che agisce sul sistema immunitario, rallentandone l’attività) e i nuovi farmaci biologici, in grado di ridurre l’infiammazione colpendo selettivamente le cellule del sistema immunitario “iperattive”.

Talvolta questa nevralgia affligge i pazienti anche anni dopo la conclusione della malattia acuta, divenendo certamente il sintomo più sgradevole e invalidante della malattia. Qualora questi non dovessero aiutare, si interviene con l’inserimento di apparecchi elettronici che bloccano il dolore a livello spinale, ossia la neurostimolazione (SCS).

You may also like